.

.

giovedì 23 ottobre 2014

LIETA NOVELLA - Congratulazioni a papà Feltrin...


..
 
...E' ARRIVATA MATILDE!!!
.

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per sabato 25 (di Toni Pollini)


CONVOCATI PER SABATO 25 OTTOBRE 2014.
ORE 14.30, SEDRANO, AVVERSARIO ARZENE. RITROVO ORE 13.45.
.
BELLOTTO ANDREA, BENVENUTI ANDREA, BROVEDANI MATTEO, CAPUZZO RENE’ (speriamo), COAN STEFANO, CONTENTO MANLIO, CORNACCHIA MATTEO, COSTANZA PIERFRANCESCO, DA ROS DIEGO, FASAN GINO, GASPARINI FABIO, IODICE ENRICO, MARTINI GIOVANNI, PERGOLA EUGENIO, PIPPO, RUMIEL ALBERTO, TIRELLI MATTIA, TOFFOLI MICHELE, VICENZOTTO PAOLO, ZAFFINO MARCO.
.
SI PREGA DI CONFERMARE.
TONI
.

mercoledì 22 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Pareggio in extremis nella penombra...

.
Il Tabellino
AUDAX ZOPPOLA - AVVOCATI PN 0-0 (1-1)
Formazione: Cornacchia, Bellotto [C], Contento (Luisa Vissat), Gasparini, Pergola, Toffoli (Zaffino), Fasan, Gurnari, Tirelli, Rumiel, Benvenuti. A disposizione: Brovedani, Iodice.
Marcatori: Gurnari 'r'.
.
ORCENICO SUPERIORE (PN) - Con il pareggio di ieri sera contro l'Audax Zoppola, prosegue la lunga striscia positiva dei ramarri in gare ufficiali: l'ultima sconfitta risale addirittura allo scorso 14 aprile (1-2 contro la Pizzeria Abruzzese). Questa volta però è dovuta intervenire quasi allo scadere la Dea bendata in persona, che ha indotto un avversario ad un raptus pallavolistico in area, con conseguente penalty. La gara si è disputata in un'intima penombra frutto di un impianto di illuminazione omologato per il subbuteo e l'atmosfera è stata resa ancor più accattivante dalla presenza di un banco di nebbia: sostanzialmente da bordo campo si è percepito poco o nulla. Per quasi tutto il primo tempo le due squadre si neutralizzano a vicenda, al punto da non far registrare sul taccuino alcuna conclusione a rete. L'unica palla indirizzata nello specchio della porta giunge sul finire della prima frazione di gioco, con un rasoterra velenoso del n°10 locale che costringe l'estremo difensore Piumato naoniano dapprima ad un intervento a terra e subito dopo ad una prodigiosa respinta d'istinto sul violento tap-in ravvicinato della punta avversaria (http://youtu.be/hpviUcwAqbI). Nel secondo tempo i ramarri togati calano gradualmente di intensità con il passare del tempo e consegnano il pallino del gioco all'Audax che si rende pericoloso in un paio di occasioni.
Ad un quarto d'ora dal termine, quando la gara sembrava oramai incanalata sui binari del più classico 0-0, arriva il vantaggio dei padroni di casa: la difesa neroverde, colta di sopresa da un cambio di fronte, lascia incustodito un avversario in area che conclude da posizione defilata, il Volatile respinge ma il più lesto a raccogliere la ribattutta è l'attaccante di casa che mette nel sacco (http://youtu.be/FvMfnWAZpiI). A quel punto la sconfitta sembra oramai cosa fatta, ma il fato decide di ristabilire la parità: su una palla alta messa in area da Gurnari e spizzata di testa da Tirelli, il neo entrato numero 13 dell'Audax interviene con la mano tesa a deviare la sfera (http://youtu.be/8un4ZCElAuI). Rigore ineccepile. Sul dischetto va il postino-rigorista Pippo Gurnari che timbra il cartellino e mette il sigillo ad un insperato risultato di parità (http://youtu.be/OcqUwfCyT9Y). Si finisce così sotto la doccia con il sorriso, dando il via al terzo tempo che, dopo una partenza stentata (doccia fredda, birra calda...), decolla con la strepitosa “Tabisca” siciliana della “Pizzera da Luciano” in quel di Zoppola...
.

lunedì 20 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per martedì 21 (di Toni Pollini)


CONVOCAZIONI PER MARTEDI’ 21 OTTOBRE 2014, ORE 20.30, CAMPO DI ORCENICO SUPERIORE, VIA S. LORENZO N 6, AUDAX AMATORI CALCIO ZOPPOLA – AVVOCATI.
RITROVO ORE 19.45 AL CAMPO.
.
BELLOTTO ANDREA – BENVENUTI ANDREA - BROVEDANI MATTEO – CAPUZZO RENE’ - CONTENTO MANLIO - CORNACCHIA MATTEO – FASAN GINO - GASPARINI FABIO – IODICE ENRICO – LUISA VISSAT PAOLO – PERGOLA EUGENIO - PIPPO - RUMIEL ALBERTO – TIRELLI MATTIA – TOFFOLI MICHELE – TOME’ MASSIMO – ZAFFINO MARCO – ZANARDO LUCA.
.
COLORO CHE NON SONO STATI CONVOCATI PER DOMANI LO SARANNO PER SABATO PROSSIMO 25 OTTOBRE PER LA PARTITA CHE VERRA' DISPUTATA A SEDRANO NEL POMERIGGIO.
ATTENDO CONFERMA.
TONI
.

venerdì 17 ottobre 2014

LE INTERVISTE ESCLUSIVE - Matteo Cornacchia, la saracinesca neroverde...


PORDENONE – Spesso nel calcio capita che ad essere celebrati siano solamente coloro che hanno un rapporto stretto e diretto con la più sublime e violenta tra le emozioni, quella che dà senso al gioco del calcio e ne fonda l'esistenza: il gol! Ma se è vero che per vincere i gol bisogna realizzarli (rectius: bisogna realizzarne uno in più degli avversari!), è altrettanto incontestabile che lo scopo si può raggiungere anche evitando di subirli. Rendiamo onore dunque anche a chi si prodiga in campo per questo più oscuro ma pur sempre essenziale scopo: i difensori e, tra loro, quello estremo, colui che trascorre la gara in disparte, apparentemente lontano dal cuore pulsante della battaglia, ma che in realtà è il primo bersaglio degli attacchi avversari. Il PORTIERE. Quanto vale il portiere in una squadra? Quello dei ramarri togati certamente non ha prezzo... Il Professor Matteo Cornacchia da Maron, difende oramai stabilmente la porta dei neroverdi da sei anni, con unanime apprezzamento. Abbiamo deciso di incontrarlo per fare insieme una chiacchierata: questa volta lui, docente universitario, è dall'altra parte della cattedra a rispondere alle domande. Buona lettura...
 
Intervistatore: «Buongiorno Professor Cornacchia!».
Cornacchia: «Buongiorno giovanotto. Si accomodi... Forza, cominciamo con un argomento a piacere, così dopo che ti avrò bocciato non avrai la faccia tosta di venire a rompermi le balle...».
I:«Ehm... mi perdoni Professore, ma oggi le domande le facciamo noi... Lei deve solo rispondere...».
C.: «Hops, chiedo scusa... la forza dell'abitudine...».
I.: «Partiamo dall'inizio: Sedrano... sabato 25 ottobre 2008... Campionato Amatori... Avvocati PN – Amatori Fiaschetti 1-0...»
C.: «Cos'è un quiz? Allora mi prenoto! E' il giorno del mio esordio in porta con la squadra degli Avvocati Pordenone Calcio... Lo ricordo come fosse oggi quel sabato, anche se il tempo è volato... (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Che emozione incredibile ritrovarmi faccia a faccia nello spogliatoio con tutti quei personaggi illustri, che fino a quel momento avevo conosciuto solamente attraverso il Blog: Cafucci, Rumnold, Tatanka, Pollini, ecc... Per me si trattava di autentiche icone, come le figurine dei calciatori dell'Album Panini, tanto per capirci... Cosa avrebbe provato lei, dopo averne scambiato la ricercatissima figurina contro dieci o venti, destreggiandosi tra un capannello di pretendenti, a ritrovarsi a tu per tu con Pizzaballa sotto la doccia?».
I.: «Certo, mi rendo conto... Ma ci dica, com'è questa squadra degli Avvocati vissuta da dentro?».
C.: «Devo dire prima di ogni cosa che qui non si gioca SOLO a calcio... e ho detto tutto! Si tratta di un grande gruppo, solido e ben affiatato, non c'è che dire, dove regna un grande spirito di condivisione... Pensi che talvolta si arriva a condividere persino... i dati anagrafici! Sinceramente non avevo mai capito perchè la gente parlasse sempre così male degli avvocati... ora lo so...».
I.: «Che cosa intende?».
C.: «Sorvoliamo... (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico)».
I.: «Ma cosa l'ha spinta ad abbandonare il comodo palquet al chiuso, per tornare nuovamente all'aperto a calcare il rettangolo verde?».
C.: «Per me la porticina del calcetto era divenuta oramai una gabbia troppo stretta (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico), avevo bisogno di sentire il profumo dell'erba e soprattutto la grande necessità di potermi librare in aria da un legno all'altro (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Così, appena mi è capitata l'occasione giusta, l'ho colta al volo (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Non voglio sputare nella mangiatoia in cui mi sono nutrito per anni (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico), ma il calcio a 11 è davvero un'altra cosa...».
I.: «A livello personale, è soddisfatto dei suoi primi sei anni di militanza con la casacca neroverde?».
C.: «Direi che il bilancio è senz'altro positivo. Sono contento del rendimento offerto, anche se, come tutti, anch'io ho dovuto superare dei periodi di flessione: d'altronde, anche l'aquila per mangiare deve volare più basso... (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico)».
I.: «Qualcuno la definisce eufemisticamente “maniacale” nella cura dell'abbigliamento da gara...».
C.: «La ringrazio per la delicatezza, ma so bene che il termine tecnico è “rompicoglioni” (e so anche chi lo utilizza!). Beh, che posso dire? Anche l'occhio vuole la sua parte, no? C'è gente che andrebbe ad un matrimonio in bermuda... Io no. E' semplicemente una questione di punti di vista e, in un certo senso, di abitudini: per esempio, gli uccelli nati e cresciuti in una gabbia pensano che volare sia una malattia (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Aggiungo però che quello dell'abbigliamento è l'unico vezzo che manifesto in seno alla squadra, sul resto non metto becco (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico)».
I.: «Lo sa che nessuno potrebbe permettersi quello che Lei si permette con il vulcanico Patron neroverde Toni Pollini?».
C.: «Già, è vero... Tra me e Toni c'è un rapporto incredibile... Ricordo che una volta, prima di andare in campo, mi consegnò in spogliatoio (sbellicandosi!), davanti a tutti i miei compagni, un pensiero che aveva preso al mare apposta per me: un osso di seppia! E un'altra volta, in occasione di una gara amichevole a Meduno, si presentò con ben cinque mute da portiere, una diversa dall'altra... In effetti devo riconoscere che fin dal primo giorno Toni mi ha tenuto sotto la sua ala protettrice (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Io non ho mai ricevuto minacce di morte da lui...».
I: «I maligni però dicono che Pollini stia già pensando al futuro per quanto riguarda la difesa dei pali e stia cercando di ingaggiare qualche baldo giovane...».
C.: «Ho sentito circolare qualche voce in proposito... Come si dice a Venezia: “Le cative nove ga le ale” (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Io sono a sempre a disposizione, non sono il tipo che cova rancore o che va a rompere le uova nel paniere a nessuno (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). E poi, le garantisco che questa è l'unica squadra dove ci si diverte di più a stare in panchina che a giocare...».
I.: «Quest'anno avete conquistato il prestigioso Torneo Forense, che gli Avvocati Pordenone inseguivano da 35 anni: sarebbe disposto a barattare il successo in Avvocup con un trionfo a livello internazionale?»
C.: «Io sono un tipo molto concreto e (a dispetto del nome) con i piedi ben piantati a terra; non amo fare voli pindarici e se devo scegliere, preferisco una gallina oggi che un uovo domani (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico). Quindi mi tengo quello che ho e domani si vedrà...».
I.: «Perchè i guanti sardi?».
C.: «Perchè no? E poi sono i migliori...».
I.: «Cosa risponde a chi la accusa di non essere un vincente?»
C.: «Vede, io nella mia carriera non ho vinto un granché, è vero. Ma questo mi è servito molto: ho coltivato ed appreso la cultura della sana sconfitta e, soprattutto, quella universale del “terzo tempo”. Ecco, su questi ultimi due aspetti, fondamentali per la mia esistenza, devo dire che la squadra dei togati mi ha dato un prezioso ed insostituibile supporto. La mentalità sportiva che ho acquisito negli anni, mi insegna ogni giorno a rispettare l'avversario, ad essere tollerante ed obbiettivo, a rifiutare gli atteggiamenti faziosi e di parte. Posso affermare senza timore di smentita di non essere un sostenitore del cosiddetto “campanile”...».
I.: «Ci sta dicendo che depreca quelle rivalità esasperate che avvelenano il calcio di oggi?».
C.: «No, intendo semplicemente dire che DETESTO nel modo più assoluto... i palloni che scendono giù in verticale dalle nuvole e che spiovono dritti come un caccia in picchiata nella mia area piccola!».
I.: «Si sente dire spesso, con riferimento agli atleti in generale, che mettere su famiglia aiuta a maturare e trovare serenità e che ciò si traduce anche in un miglior rendimento sportivo. Per lei, che è diventato papà da qualche anno, è stato così?».
C.: «Mi permetta di essere franco: questa è una gran cazzata! Prima mi bastavano due occhi, adesso devo averne quattro: un paio sono dedicati alle vicende del campo e l'altro paio, quello posizionato dietro alla testa, a monitorare le gesta del mio vispo figliolo che sovente mi accompagna alla partita...».
I: «Quali progetti per il futuro?».
C.: «Non mettiamo limiti alla provvidenza: sono convinto che ognuno di noi abbia dentro di sé un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare (mi perdoni l'involontario riferimento ornitologico)».
I: «Una curiosità extracalcistica prima di chiudere: ma quanto le pesa sulle spalle il suo cognome?».
C.: «Proprio per niente: come potrebbe mai pesarmi un cognome… che ha le ali?».
I: «Però i suoi compagni non perdono occasione per canzonarla: “Volatile”, “Pennuto”, addirittura “Piumato”...».
C.: «Che vuole, dopo oltre 40 anni di vita vissuta con un cognome di stampo “avicolo”, oramai ci ho fatto il callo... In fondo è meglio così, che avere il cognome storpiato...».
I: «Grazie per la squisita disponibilità ed auguri per una lunga e gloriosa carriera... Professor Pernacchia...».
C.: «Ti ta morti cani...».
 

giovedì 16 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Rinviata la gara di sabato per lutto in casa Audax


RINVIATA AUDAX ZOPPOLA - AVVOCATI PN DI SABATO 18

E' MANCATA LA MADRE DI UNO DEI GIOCATORI DELL'AUDAX ZOPPOLA (i nostri avversari di sabato prossimo), AL QUALE ESPRIMIAMO SENTITE CONDOGLIANZE DA PARTE DI TUTTA LA SQUADRA.
IL FUNERALE E' FISSATO PER SABATO POMERIGGIO, PERTANTO CI E' STATO CHIESTO DI RINVIARE LA GARA.
LA PARTITA VERRA' RECUPERATA MARTEDI' 21 AD ORE 20:30 PRESSO IL CAMPO SPORTIVO DI ORCENICO SUPERIORE.
 

mercoledì 15 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per sabato 18 (di Toni Pollini)

 
CONVOCAZIONI PER SABATO 18 OTTOBRE 2014, INIZIO GARA ORE 15.00 CAMPO DI ORCENICO SUPERIORE, VIA S. LORENZO N 6, AVVERSARI AUDAX AMATORI CALCIO ZOPPOLA.
RITROVO AL CAMPO DI ORCENICO ORE 14.15.
.
BELLOTTO ANDREA, BENVENUTI ANDREA, BROVEDANI MATTEO, CAPUZZO RENE’, CESARATTO IVAN, CONTENTO MANLIO, COAN STEFANO, CORNACCHIA MATTEO, COSTANZA FRANCESCO, DA ROS DIEGO, FASAN GINO, GASPARINI FABIO, IODICE ENRICO, LUISA VISSAT PAOLO, MARTINI GIOVANNI, PIPPO, RUMIEL ALBERTO, TOFFOLI MICHELE, TOME' MASSIMO, VICENZOTTO PAOLO, ZAFFINO MARCO, ZANARDO LUCA.
.
ATTENDO CONFERMA.
TONI
.

giovedì 9 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per lunedì 13 (di Toni Pollini)

 
GARA DA DISPUTARSI ALLE ORE 20.30 PRESSO IL CAMPO COMUNALE DI VIGONOVO DI FONTANAFREDDA. RITROVO FISSATO ALLE ORE 19.45 AL CAMPO.
SE QUALCUNO AVESSE DELLE DIFFICOLTA' A TROVARLO E’ AUTORIZZATO A TELEFONARMI.
.
ECCO I NOMI:
BELLOTTO ANDREA - BENVENUTI ANDREA - BROVEDANI MATTEO - CAPUZZO RENE’ - COAN STEFANO - CONTENTO MANLIO - CORNACCHIA MATTEO - COSTANZA PIERFRANCESCO - DA ROS DIEGO - FASAN GINO - GASPAINI FABIO - IODICE ENRICO - LUISA VISSAT PAOLO - PERGOLA EUGENIO - RUMIEL ALBERTO - TAURO ALESSANDRO - TIRELLI MATTIA - TOFFOLI MICHELE - TOME' MASSIMO - ZAFFINO MARCO - ZANARDO LUCA.
.
NON HO CONVOCATO TOMAS PERCHE’ NON HO AVUTO ALCUNA NOTIZIA SULLA SUA DISPONIBILITA’.
SI PREGA DI COMUNICARE LA PRESENZA O L’ASSENZA.
GRAZIE.
TONI
.

lunedì 6 ottobre 2014

AMICHEVOLE – Avvocati... Sommeliers... Enologi... ed è festa!

.
.
CAVASSO NUOVO - Neroverdi ancora al lavoro a distanza di sole 18 ore dalla intensa gara di campionato; questa volta peró l'appuntamento ha carattere amichevole, nel senso piú autentico del termine, cosí la foltissima rosa dei ramarri togati ha potuto dare spazio alle cosiddette "seconde linee".
L'occasione per scendere nuovamente in campo è stata la quinta edizione dell'incontro annuale tra le squadre di calcio dei Sommeliers & Avvocati e gli Enologi Friuli Venezia Giulia. La kermesse eno-calcistica, denominata nelle precedenti edizioni “Le Radici del vino”, quest'anno è stata battezzata “ViVi – La Vendemmia”: il tema dunque non muta... Così come non cambia il nome del generoso e temerario sponsor (ai ramarri togati, si sa, è meglio regalare un vestito, piuttosto che offrire da mangiare e bere!): la Società “Gruppo Bisaro” di San Giorgio della Richinvelda.
Si è assistito ad una gara equilibrata e piacevole sul rinnovato manto erboso del campo sportivo di Cavasso Nuovo, con gli Enologi che sono passati in vantaggio nel primo tempo con un calcio piazzato dal limite dell'area che ha beffato il portiere neofita Cesaratto (si riscatterà nella ripresa con un colpo di reni “salva-risultato”). Nel secondo tempo, l'orgoglio dei neroverdi ha portato al pareggio firmato da Costanza che ha raccolto una ribattuta ed infilato la rete con un piatto rasoterra, esibendo una freddezza da serial killer dell'area di rigore. Si è proceduto infine con i rigori, cinque per parte: tutti a segno ma, visto l'incombere della sete, niente tiri ad oltranza. Nè vinti né vincitori dunque.
Di seguito il tabellino completo della sfida, con risultato e marcatori:
SOMMELIERS/AVVOCATI PN – ENOLOGI FVG 1-1 (costanza) 6-6 d.r. (toffoli, iodice, costanza, luisa vissat, zanardo)
Al termine della gara, per dare un senso alle premiazioni ed alla consegna delle targhe recanti l'incisione “1° posto” e “2° posto”, il capitano-sommelier Bellotto ha formalmente decretato la vittoria ai punti degli Enologi. Il primo posto è stato barattato con il titolo di capocannoniere del Torneo, assegnato al bomber di giornata Perfrancesco Costanza (un gol ed un rigore!): il prestigioso riconoscimento gli è valso una pacca sulla spalla ed il pagamento di un cospicuo giro di birre presso il gazebo installato “ad hoc” (o “a d.o.c.”) a bordo campo.
Per chiudere, tutti insieme alla sagra paesana di Cavasso Nuovo, ospiti nella struttura degli alpini, per bivaccare in allegra compagnia a spese dello sponsor. La manifestazione, itinerante per scelta, il prossimo anno avrà luogo in quel di Maniago: il Kap, padrone di casa, è già stato allertato...
 

sabato 4 ottobre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Grande vittoria, con rimonta storica...



Il Tabellino
AVVOCATI PN - SPORTING PORCIA 4-2 (0-2)
Formazione: Cornacchia, Benvenuti (Tomè), Contento [C] (Da Ros), Toffoli (Cesaratto) (Coan), Pergola, Gasparini, Fasan, Gurnari, Tirelli, Rumiel, Capuzzo (Martini). A disposizione: Iodice.
Marcatori: Tirelli, Gurnari 'r', Tirelli, Rumiel.

PORDENONE - Non è semplice trovare le parole per commentare questo rocambolesco successo... Primo tempo sotto di due gol, con la squadra impacciata, letteralmente in preda al nervosismo, poi l'intervallo e la ripresa dove si capovolge tutto: da 0-2 a 4-2! Nel calcio ci sta, direte voi, ma fino ad oggi, questa era un'esperienza che chi vi scrive non aveva mai vissuto in prima persona (se non a proprio scapito, sigh...). I ramarri partono con un buon piglio e nei primi minuti sfiorano il vantaggio per ben tre volte. Poi, d'improvviso, si spegne inspiegabilmente la luce.
Il gioco si inceppa, fioccano gli errori in ogni reparto, affiora il nervosismo che cresce di minuto in minuto e gli avversari ne approfittano andando in rete per due volte: la prima sfruttando un buco centrale e beffando il Pennuto in uscita, la seconda su rigore, dopo uno svarione difensivo che costringe capitan Contento al fallo in area. Il sospetto di un fuorigioco in occasione del primo gol, consente allo squalificato Pollini di stabilire un piccolo record: dopo le sue pacate rimostranze, l'arbitro lo allontana dal campo. Si va al riposo frastornati e carichi di tensione.
Mister Grigoletti dispensa sagge parole di conforto nello spogliatoio («Benve, no l'è colpa mia se no te son bon de xogar a balon!») e la squadra torna in campo con rinnovata determinazione. Il primo segnale di riscossa lo dà Tirelli intorno al quarto d'ora, cogliendo in pieno la traversa con una pregevole esecuzione su un piazzato dai venti metri. Dopo aver corso qualche rischio in difesa, arriva per i naoniani il segnale divino che capovolge l'inerzia della gara: ancora Tirex aggancia un pallone all'ingresso dell'area, si libera di due avversari ed incrocia il tiro infilando l'angolino lontano. I ramarri tornano in partita e cominciano a salire di tono, mentre gli avversari del Porcia calano vistosamente, dimostrando in piú occasioni di essere in chiaro affanno. Oramai ogni discesa dei neroverdi crea scompiglio alla difesa degli ospiti per i quali l'ultimo quarto d'ora della gara si trasforma nel peggiore degli incubi.
Nel corso dell'ennesima incursione, l'"Uomo di Mantova", vituperato negli spogliatoi, viene travolto in area: rigore ineccepibile che il novello astinente Gurnari trasforma con freddezza e precisione. Passano pochi minuti e Tirelli punisce l'avventurosa uscita del portiere ospite, beffandolo con una palombella dalla distanza che conclude la traiettoria nel sacco. Il Porcia è allo sbando e, dopo aver rischiato di capitolare in un altro paio di circostanze, subisce infine la quarta rete sugli sviluppi di un calcio piazzato messo in area da Gurnari e tradotto in rete ad opera di Rumiel, il cannoniere che aspira alla doppia cifra, con un perentorio colpo di testa. Al triplice fischio del direttore di gara la storica "remuntada" diviene cosa fatta e trova posto ufficialmente nella ricca galleria ultratrentennale dei ricordi che appartengono alla squadra degli Avvocati Pordenone. Da segnalare in calce l'esordio tra le fila neroverdi di Stefano Coan, classe 1989, centrocampista e, all'occorrenza, portiere (e/o viceversa). Che dire dunque di questa grande impresa?
Per gettare un po' di acqua sul fuoco, potrei attingere ai miei dolci, lontani ed univoci ricordi calcistici in bianco e nero, affermando che quello che si è visto ieri al campo sportivo di Borgomeduna, era già accaduto in passato: 7 marzo 1982, Stadio Comunale di Torino, derby della Mole tra Juventus e Torino, i granata vanno subito sul 2-0 con Bonesso e Dossena, poi accorcia le distanze Tardelli, segue la doppietta del sorpasso di Scirea (grazie per essere esistito Grande Gaetano...) ed infine il timbro finale di Brady per il definitivo 4-2.
Vediamo di restare coi piedi per terra... per quanto è possibile...
 

giovedì 2 ottobre 2014

TROFEO "ViVi - La Vendemmia" - Domenica 5 ottobre tutti a Cavasso Nuovo...

 

Appuntamento per domenica 5 ottobre in campo a Cavasso Nuovo, con inizio della gara tra ENOLOGI FVG e SOMMELIERS AIS/AVVOCATI fissato per le ore 10:00.
 
Alle 12:30 pranzo in piazza a Cavasso: dato che è giornata di festa paesana, saremo ospiti nel Gazebo degli Alpini. 
 
La Società "Gruppo Bisaro", sponsor dell'evento, come di consueto offre lo spuntino con Menù a base di gnocchi di zucca, frico, ecc. 
 
E' necessario comunicare, domenica mattina prima delle 10.00, il numero delle persone che si fermeranno a pranzo: giocatori, familiari e accompagnatori.
 

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per sabato 4 ottobre (di Toni Pollini)


PURTROPPO L’INIZIO DELL’ATTIVITA’ E’ STATA CONDIZIONATA DA UNA SERIE DI PROBLEMI. TUTTI SUPERATI, CHE HANNO CONDIZIONATO LA NORMALITA' DELLE COMUNICAZIONI. PER SABATO PROPONGO UN ELENCO MOLTO NUTRITO DEI CONVOCATI ATTESO CHE DOMENICA MATTINA 5 OTTOBRE ABBIAMO L’IMPEGNO ANNUALE CON GLI AMICI DI ANDREA BELLOTTO A CAVASSO NUOVO.
RITROVO ORE 13.30 CAMPO AURORA (INIZIO GARA ORE 14.30).

BELLOTTO ANDREA - BENETTI ENRICO – BENVENUTI ANDREA – BROVEDANI MATTEO - CAPUZZO RENE’ - CESARATTO IVAN - COAN STEFANO - CONTENTO MANLIO – CORNACCHIA MATTEO – COSTANZA PIER FRANCESCO - DA ROS DIEGO - FASAN GINO - GASPARINI FABIO – GIUGNO GIORGIO - IODICE ENRICO - LUISA VISSAT PAOLO - MARTINI GIOVANNI – PERGOLA EUGENIO – PIPPO - RUMIEL ALBERTO – TAURO ALESSANDRO - TIRELLI MATTIA - TOFFOLI MICHELE – TOME’ MASSIMO – VICENZOTTO PAOLO – ZANARDO LUCA.

SI PREGA CONFERMARE.
TONI

domenica 28 settembre 2014

CAMPIONATO AMATORI - È partita la nuova stagione...

.
Il Tabellino
REAL CORDENONS - AVVOCATI PN 1-1 (0-0)
Formazione: Cornacchia, Bellotto, Contento (Luisa Vissat), Toffoli (Costanza), Pergola (Da Ros), Gasparini (Tauro), Fasan, Brovedani [C], Tirelli (Ragogna), Rumiel, Benvenuti (Vicenzotto). A disposizione: Cesaratto, Iodice.
Marcatore: Rumiel.

PORDENONE - Con l'ultimo week-end di settembre tutto torna finalmente alla normalità: riecco la sacralità del sabato pomeriggio che si riappropria appieno della sua insostituibile dimensione ricreativa e sociale al tempo stesso, le famiglie si dividono nuovamente con mogli e fidanzate da una parte, uomini di calcio dall'altra, le mura domestiche ritrovano la serenità perduta e ripristinano il loro fragile equilibrio che poggia su quegli sporadici ma essenziali intervalli di futile indipendenza...
Insomma, con la prima giornata del Campionato Amatori disputata ieri, è cominciata ufficialmente la nuova stagione calcistica che, come da tradizione, si annuncia "farcitissima" di appuntamenti. I ramarri togati esordivano in trasferta, ospiti del Centro Sportivo Militare "La Comina", affrontando la Real Cordenons. Ne è uscita una gara ben giocata con un buon pareggio, che lascia però l'amaro in bocca per il modo in cui è maturato; i padroni di casa infatti lo hanno raggiunto solo nei minuti finali e per giunta con una rete palesemente irregolare. La tattica di gara dei naoniani si intuisce chiaramente fin dai primi minuti: squadra chiusa e ben raccolta in difesa, pronta a ripartire in contropiede per tentare il colpaccio. Nel primo tempo i neroverdi rischiano solo in un paio di occasioni quando gli avanti di casa non riescono a tradurre in rete due palle vaganti in area piccola (http://youtu.be/tja1WBTJ0-I). La ripresa si apre con il vantaggio dei ramarri, al termine di una rapida incursione offensiva: Tirelli, spalle alla porta, appoggia un pallone indietro al limite dell'area dove giunge in corsa il Gigante Rumiel che conclude d'interno destro infilando di giustezza l'angolo più lontano (http://youtu.be/TiVf66gUKU4). I padroni di casa accusano il colpo e calano anche fisicamente, concedendo così campo ai neroverdi che pungono in un paio di occasioni con Fasan (http://youtu.be/ZYz9IKcnkkI).
L'unica palla-gol dei locali viene sventata dal Pennuto che si oppone egregiamente ad una conclusione rasoterra da distanza ravvicinata (http://youtu.be/SQFBMfEM4uo). Proprio quando la sudata vittoria pare cosa fatta, l'arbitro si inventa il pareggio: su un pallone alto il Volatile respinge di pugno ma viene “murato” dalla mano protesa dell'avversario, la sfera cambia direzione facendo dietrofront e, dopo aver carambolato sul palo, viene comodamente sospinta in rete dal pallavolista improvvisato (http://youtu.be/Z7kMvlJ_WjQ). A nulla valgono le vibranti proteste dei neroverdi (espulso Pollini per ingresso in campo non autorizzato). Sfumano così i tre punti, ma resta la buona prova dei ramarri che conferma un trend positivo che oramai dura da un paio d'anni: che si vinca, si perda o si pareggi, lo si fa sempre da SQUADRA...
.

mercoledì 24 settembre 2014

CAMPIONATO AMATORI - Le convocazioni per sabato 27 (di Toni Pollini)


CONVOCAZIONI PER SABATO 27 settembre 2014 ORE 14.30, REAL CORDENONS - AVVOCATI PORDENONE.
ECCO I NOMI DEI CONVOCATI PER SABATO 27 SETTEMBRE 2014 PER LA PARTITA CON IL REAL CORDENONS. LA GARA SI DISPUTERA’ IN COMINA PRESSO IL CENTRO SPORTIVO ARIETE.
PER ACCEDERE ALL’ INTERNO DEL CAMPO DI CALCIO E’ NECESSARIO PREDISPORRE UNA LISTA CON I NOMI DEI GIOCATORI, ACCOMPAGNATORI, E LA INDICAZIONE DELLA MARCA E MODELLO DELLA VETTURA E DELLA RELATIVA TARGA.
AVREMMO CONVENUTO DI TROVARCI AL BAR TOPPAN, SITO IN PROSSIMITA’ DEL CAMPO DI AVIAZIONE DELLA COMINA, ALLE ORE 13:30 E POI RECARCI AL CENTRO SPORTIVO.
SI PREGA COMUNICARE L’ADESIONE O LA ASSENZA. CI SONO MOLTI INFORTUNATI ED ASSENTI.
BELLOTTO ANDREA, BENVENUTI ANDREA, BROVEDANI MATTEO, CARPI TOMAS, CAPUZZO RENE’, CESARATTO IVAN, COAN STEFANO,  CONTENTO MANLIO, CORNACCHIA MATTEO, COSTANZA PIERFRANCESCO, DA ROS DIEGO, FASAN GINO, FELTRIN MICHELE, GASPARINI FABIO, LUISA VISSAT PAOLO, MARTINI GIOVANNI, PERGOLA EUGENIO, RAGOGNA PIETRO, RUMIEL ALBERTO, TAURO ALESSANDRO, TIRELLI MATTIA, VICENZOTTO PAOLO, ZANARDO LUCA.
SI PREGA DI CONFERMARE
TONI

domenica 21 settembre 2014

EVERGREEN DAY - Torneo benefico a Maron di Brugnera



MARON DI BRUGNERA - Ieri, sul soffice rettangolo verde del campo sportivo di Maron di Brugnera, si è consumata la quinta edizione dell'Evergreen Day, il Torneo di calcio benefico organizzato a cura dell'omonima associazione di volontariato sacilese, con il supporto della squadra amatoriale dei donatori di sangue di Brugnera che ha messo a disposizione il proprio impianto sportivo.
Un torneo all'italiana, con gare da 30' cadauna, cui hanno preso parte quattro squadre, con cena collettiva e lotteria a seguire: lo scopo dell'iniziativa, in aggiunta allo scontato divertimento per gli inguaribili amanti della pelota, è quello della raccolta di fondi da devolvere in beneficienza (raccolti e donati nelle altre quattro occasioni oltre € 10.000,00). Anche l'edizione di ieri, cosí come le precedenti, si è rivelata un successo sotto ogni profilo. Per i ramarri togati è stata anche l'occasione per l'ultimo test amichevole, in vista dell'imminente inizio del Campionato Amatori (sabato 27 si comincia). Nelle prime due mini-sfide i neroverdi si sono comportati bene, vincendole entrambe ed offrendo a tratti sprazzi di bel gioco; nell'ultima gara, decisiva per l'assegnazione del Torneo, i naoniani, largamente rimaneggiati e fiaccati da quasi un'ora e mezza di pausa, sono letteralmente crollati sotto i colpi della compagine di casa, l'A.F.D.S. Brugnera.
Ecco di seguito il tabellino completo delle gare:
Evergreen Sacile - A.F.D.S. Brugnera 0-0
Avvocati PN - Via di Natale Aviano 3-1 (vicenzotto, toffoli, costanza)
Evergreen Sacile - Avvocati PN 0-1 (tirelli)
A.F.D.S. Rigenera - Via di Natale Aviano 3-1
Evergreen Sacile - Via di Natale Aviano 2-0
A.F.D.S. Brugnera - Avvocati PN 5-1 (toffoli)

La giornata, come detto, è proseguita poi con la cena di gruppo, le premiazioni, musica, canti e la lotteria finale con ricchi premi. I due delegati ufficiali dei ramarri togati, Luisa Vissat e Cesaratto, hanno investito in biglietti della lotteria tutti i fondi raccolti dalla squadra, portando a casa un ricco bottino: un aspirapolvere, vino, formaggio, un cesto di verdure, un buono per due pizze e due vasi di ciclamini. La serata infine è stata allietata dalla parentesi musicale dedicata all'immancabile Karaoke: e come si poteva pretendere che in questa ribalta canora il nostro Kaptàno passasse inosservato? Appuntamento per l'edizione 2015...

martedì 16 settembre 2014

TORNEO EVERGREEN - Le convocazioni per sabato a Maron di Brugnera (di Toni Pollini)

 
Ecco il programma del Torneo Evergreen per SABATO 20 Settembre 2014, al campo sportivo di Maron di Brugnera. Noi giocheremo tre partite (due tempi di 15 minuti).
ORARI:
ORE 15.40 AVVOCATI – VIA DI NATALE
ORE 16.20 AVVOCATI – EVERGREEN
ORE 18.20 AVVOCATI – AFDS
Al termine del Torneo seguirà la Cena con Lotteria di beneficenza. L’intero incasso della giornata sarà devoluto in beneficenza. Per divertirci dovremmo essere almeno in 18. Si chiede la massima collaborazione.

Ecco i nomi di coloro che avrebbero la possibilità di partecipare al Torneo.
Alle ore 19.40 si potrà partecipare alla cena (costo a persona € 12,00, bambini sotto 10 anni € 5,00) ed alla successiva lotteria con ricchi premi. So che molti hanno problemi per la fase post-partita (MILAN-JUVE, mogli, figli , etc., etc.), per cui potremmo contribuire acquistando un po’ di biglietti della lotteria delegando un paio di volontari, con cena offerta, a rappresentare la squadra.
Questa volta io non posso fermarmi perché ho un impegno inderogabile.
Gli invitati sono:
DA ROS LEOPOLDO, DE COL ANDREA, BELLOTTO ANDREA, BENETTI ENRICO, BROVEDANI MATTEO, CAPUZZO RENE’, CARPI TOMAS, CONTENTO MANLIO, COSTANZA PIER FRANCESCO, DA ROS DIEGO, FASAN GINO, FELTRIN MICHELE, GASPARINI FABIO, GIUGNO GIORGIO, GULLO PIETRO, IODICE ENRICO, LOMBARDINI ROBERTO, LUISA VISSAT PAOLO, MARTINI GIOVANNI, MOLARO CRISTIAN, PERGOLA EUGENIO, RAGOGNA PIERO, ROS EMO, RUMIEL ALBERTO, SARCINELLI ENRICO, TAURO SANDRO, TIRELLI MATTIA, TOFFOLI MICHELE, VINCENZOTTO PAOLO, ZANARDO LUCA.
Si prega rispondere.
TONI

domenica 14 settembre 2014

TORNEO CERVIA - Il diario di bordo: domenica 14

.

MILANO MARITTIMA – Al risveglio della domenica che segna il giorno della partenza, quasi tutti possono vantarsi di aver dormito per qualche ora (e non è cosa da poco!). Prima di muovere verso il campo per disputare la finale per il 3° posto, si procede con la conta degli indisponibili: a quelli iniziali (Montico, Gullo e Boschian), si aggiungono Cesaratto (contuso) e Brosolo (stirato), con Bellotto, Iodice e Gurnari acciaccati a rischio infortunio (sui quali i book makers accettano scommesse limitatamente alla loro durata in campo). In sintesi, 10 giocatori sani a disposizione. Gli atleti “utilizzabili” muovono a bordo delle auto alla volta del campo sportivo, mentre gli indisponibili ed il capo comitiva Toni Pollini restano in Albergo ad assistere il furgone infermo, in attesa del dottor Ceccarelli.

AVVOCATI PN – AMICI DEL BORGO MATERA 1-1 benvenuti (5-2 d.r.: iodice, ros, benvenuti, zaccardi)
Cielo terso, sole splendente, terreno di gioco in perfette condizioni. Mister Brosolo disegna la squadra con un “forzato” 3-5-1-1 ed i ramarri cominciano da subito a macinare gioco con grande ordine e disciplina, limitandosi spesso ai due tocchi di palla e mantenendo pressochè costantemente il pallino del gioco. In un primo tempo dominato, i naoniani hanno il torto di riuscire a trovare una sola volta la via della rete con Benvenuti, l'uomo-simbolo della trasferta romagnola, che insacca sotto misura dopo una delle sue classiche ed insistite serpentine in area. La ripresa è più equilibrata, anche per la stanchezza che affiora tra i neroverdi. Matera raggiunge il pareggio nell'unica mezza occasione della partita grazie ad un autogol di Pergola che, dopo un batti e ribatti in area, svirgola il pallone ed infila la propria rete spiazzando il Pennuto. Si va dunque, per la quarta volta in quattro gare (!), sul dischetto per guadagnarsi l'ultimo posto disponibile sul podio. La sorte premia i ramarri con le trasformazioni di Iodice, Ros, Benvenuti e Zaccardi.
Si chiude così il Torneo dei neroverdi, con discreta soddisfazione per il risultato conseguito ed una certezza: tra gli over 40 non temiamo rivali! Anche i complimenti di Mister Brosolo a fine partita rappresentano un lusinghiero attestato di stima per il gruppo: «Abbiamo fatto bella figura, giocando da squadra... la prestazione valeva il prezzo del biglietto!».

Frattanto la sorte del pulmino è stata definita con una sentenza inappellabile, addolcita solo in parte dall'affabile accento romagnolo del dottor Ceccarelli: «Ragazzi... siete nella merda fino al collo! La pompa dell'olio della frizione è andata...». Si rientra quindi con un Taxi a nove posti procurato dall'ottimo Montico.
L'intera comitiva si trasferisce poi allo Stadio dei Pini per le premiazioni. Qui, la finale ritardata ancora in corso di svolgimento, regala una clamorosa sorpresa: Villatora Padova in finale! I padovani, dopo aver proposto reclamo (supportato da una innegabile lacuna regolamentare), hanno disputato e vinto in mattinata un mini-spareggio contro l'Hotel Ferton Milano, accedendo così alla finalissima e conquistando in seguito il Torneo. Segue un parapiglia generale con i milanesi ed i ramarri che, indignati per l'accaduto, abbandonano lo Stadio e boicottano la premiazione.
Dopo l'ultimo pranzo in Hotel arriva il momento dei saluti e ciascuno imbocca la via del ritorno con un gradevole ricordo in più nel borsone da calcio...
.

sabato 13 settembre 2014

TORNEO CERVIA - Il diario di bordo: sabato 13

.
.
MILANO MARITTIMA - Sveglia mattutina, colazione del campione e poi si parte alla volta dello Stadio dei Pini, dove i ramarri si cimenteranno in un quadrangolare con gare da 25' cadauna.
Le condizioni psico-fisiche degli atleti neroverdi sono quelle abituali, consone ad ogni trasferta: stanchezza, cerchio alla testa, bruciore di stomaco ed una persistente alitosi... Sono questi i requisiti imprescindibili che rendono omologabile il risultato conseguito in ciascun Torneo fuori porta, in ossequio allo spirito che da sempre anima il gruppo dei ramarri togati.
La colazione è tradizionalmente allietata dai sempre gustosi aneddoti risalenti alla sera precedente: così si apprende delle inaspettate lamentele del pur confortevole Hotel, per una banale questione di stelle («I dont't like this room... this is not four stars...»), dell'intensa attività notturna nell'autodromo della stanza n° 305 ed altre piccole perle di vita vissuta.
Giunti allo Stadio dei Pini, si riscontra l'inaspettata inagibilità del campo (causa l'abbondante pioggia caduta il giorno prima): ne segue il trasferimento della comitiva in altra località dotata di impianto sportivo con spogliatoi modello “open space”, nonchè l'inevitabile inizio differito delle gare. I ramarri, guidati in panchima da Mister Gullo, vanno finalmente in campo, sotto un cielo azzurro acceso da uno splendente sole di fine estate.
AVVOCATI PN – VIGILI DEL FUOCO BRINDISI 2-2 (4-2 d.r.)
I nostri si disinteressano della gara fino al 20', intenti a far evaporare parte dei liquidi assunti in eccesso, mentre nel frattempo gli avversari si divertono realizzando due reti (frutto di altrettante mastodontiche nefandezze difensive) e cogliendo una traversa. I ramarri decidono di entrare in partita solamente negli ultimi 5' minuti della sfida, ma tanto basta per rimettere in sesto le cose. Prima Brosolo accorcia le distanze scagliando in porta un pallone d'oro servitogli da Benvenuti a pochi passi dalla linea di porta. Subito dopo è ancora protagonista l'allegro triestino che viene tranciato in area da tergo con tanto di cesoia: rigore sacrosanto. Sul dischetto va il “Fantasista del Testaccio” che realizza con freddezza. La rimonta è compiuta sul filo di lana. Si va sul dischetto con tre tiri per parte, così come contemplato dal regolamento ed i centri di Iodice e Brosolo valgono i primi due punti in classifica. Grande prova d'orgoglio dei neroverdi.
AVVOCATI PN – VILLATORA PADOVA 0-0 (2-3 d.r.)
Nella seconda mini sfida i neroverdi sono presenti da subito in campo, ma fanno di tutto per non vincere. Il protagonista assoluto è Andrea Benvenuti che si divora la bellezza di tre palle-gol, due delle quali monumentali: nella prima si fa respingere dal portiere una conclusione a botta sicura da pochi passi, nella seconda il “millantatore di stelle”, giunto a tu per tu con l'estremo difensore oramai rassegnato, opta tra le infinite soluzioni per un morbido pallonetto che scavalca la traversa (il gesto tecnico viene comunque molto apprezzato dai compagni...). Prima della fine un prodigioso intervento di piede del Volatile su una conclusione ravvicinata, sventa l'unica occasione da rete concessa agli avversari ed evita la beffa. Si finisce dunque a reti inviolate e si procede con i rigori. Si va ad oltranza, ma l'errore iniziale di Iodice e quelli a seguire di Zaccardi (match point!) e Tauro, vanificano le realizzazioni di Ros e Gurnari, decretando la vittoria dei padovani. Occasione gettata alle ortiche.
AVVOCATI PN – HOTEL FERTON MILANO 0-0 (2-0 d.r.)
I ramarri offrono una prestazione convincente anche nell'ultima gara della giornata, mettendo a frutto con grande efficacia lo schieramento difensivo a zona, con i tre centrali disposti pressochè in linea, da cui trae beneficio l'intera squadra (questa è una delle numerose opportunità che può offrire un Torneo Over 40!). Uno stiramento alla coscia (disidratata), consente di aggiungere anche il nome di Brosolo alla già folta lista degli infortunati. La sfida si conclude in parità, ma Iodice e Cornacchia decidono dal dischetto il risultato in favore dei naoniani.
Il girone di qualificazione vede appaiate al primo posto tre squadre a 5 punti (Milano, Pordenone e Padova), ma la differenza reti premia la compagine milanese che si guadagna l'accesso alla finale (almeno così pareva...). Resta un po' di rammarico poiché, per quanto visto in campo, il primo posto solitario in classifica era ampiamente alla portata dei ramarri.
Di seguito nel dettaglio i tabellini delle gare:
Vigili del Fuoco Brindisi - Villatora Padova 0-0 (3-2 d.r.)
Avvocati PN - Vigili del Fuoco Brindisi 2-2 brosolo, zaccardi [r] (4-2 d.r.: iodice, brosolo)
Villatora Padova - Hotel Ferton Milano 0-0 (2-1 d.r.)
Vigili del Fuoco Brindisi - Hotel Ferton Milano 0-1
Avvocati PN - Villatora Padova 0-0 (2-3 d.r.: ros, gurnari)
Avvocati PN - Hotel Ferton Milano 0-0 (2-0 d.r.: iodice, cornacchia)

La comitiva rientra in Hotel per consumare il pranzo “pomeridiano”, dopo di che si decreta la libera uscita per tutti fino all'ora di cena. Qualcuno sceglie il relax (camera da letto, spiaggia, bordo piscina), qualcun altro l'attività fisica (sfida a racchettoni all'ultimo sangue, con il bimbo Ivan che in seguito alla performance tennistica si aggiunge ufficialmente alla schiera degli indisponibili!); per gli irriducibili invece c'è sempre tempo per un appuntamento con i piaceri della vita mondana (aperitivo al “Papeete Beach”).
Tanto per non rendere troppo monotono il soggiorno, ecco che la frizione del furgone nove posti, di rientro dall'aperitivo in centro città, cede improvvisamente sotto la delicata pressione del piede di Boschian: furgone K.O.! Che fare a questo punto se non affidarsi al “padrone di casa” per fronteggiare l'inattesa emergenza? I ramarri finiscono così per rimettere il proprio destino nelle mani sapienti del meccanico di fiducia dell'amico Attanasio: il dottor Ceccarelli, poeta del motore! Appuntamento per le ore 8:30 di domani mattina (domenica!) per la visita del mezzo e contestuale sentenza...
Dopo la consueta lauta cena, il gruppo si divide in due: i più morigerati si trattengono nella hall dell'Albergo a disquisire sui temi più disparati dell'esistenza umana, svariando con naturalezza da materie frivole (dove si consuma l'impareggiabile panino con la milza palermitano?) ad argomenti più spinosi (la sostenibilità della menzogna nei rapporti umani), mentre i viveurs tornano sul luogo delitto (leggi: “Vanquish Street Discobar”, uno dei locali più “in” del palcoscenico mondano di Milano Marittima) per proseguire l'attività di censimento della fauna locale.
Domattina alle ore 10:00 è prevista la finale per il 3°/4° posto contro gli Amici del Borgo di Matera, con soli 13 effettivi a disposizione...
.